Silvana Comaroli

DL FISCALE: LEGA, RICONTRATTAZIONE MUTUI TERREMOTATI ALTRA NS RICHIESTA ACCOLTA


Roma, 15 Novembre - “ L'emendamento del Governo che riordina la disciplina dei terremoti comprende  le proposte delle Lega sui mutui. Non solo quella che chiedeva la proroga del termine della sospensione dei mutui sugli immobili inagibili e distrutti e in particolare per quelli adibiti ad abitazione principale 
e alle attività economiche,  ma soprattutto la proposta che impegna il Commissario alla Ricostruzione di ricontrattare con l'ABI e le banche i mutui degli immobili distrutti. La ridefinizione dei piani di ammortamento è l'unico modo concreto 
per consentire ai cittadini e agli operatori economici colpiti di continuare a pagare le rate, diversamente sarà forte il rischio di insolvenza.
Salvini in visita a Visso si era impegnato su questo tema! Altra promessa mantenuta”.

Lo dichiarano i senatori della Lega Silvana Comaroli e Paolo Arrigoni

DL FISCALE: LEGA, PRESENTATO EMENDAMENTO ‘NONNA PEPPINA’

 

Roma, 31 Ottobre - “ Nel decreto fiscale abbiamo presentato un emendamento che rende giustizia non solo a nonna Peppina che sfrattata continua a vivere nel container ma a centinaia di altri cittadini, molti imprenditori agricoli e allevatori, che non potendo attendere le casette di Renzi hanno fatto la casetta in proprio senza pesare sulle casse dello stato.  Dopo la presentazione di una nostra legge ad hoc, all’esame della commissione ambiente del Senato, tentiamo ogni strada possibile per sanare un’ingiustizia intollerabile per tutti coloro che dopo la tragedia del terremoto continuano a vivere l’incubo di non avere una casa o peggio di essere sfrattati. Ci aspettiamo massima condivisione da parte di tutte le forze politiche che potranno mettere in pratica le parole spese in queste settimane”.

 

 Così i senatori leghisti  firmatari dell’emendamento Silvana Comaroli e Paolo Arrigoni.

LIS: LEGA, DA GOVERNO PRESA IN GIRO

Roma, 25 maggio - " Il Pd già si pavoneggia per l'attesissima legge (manca da 20 anni) sul linguaggio dei segni. In senato continuiamo ad attendere fiduciosi visto che ogni giorno c'è una scusa per rimandarla e a oggi non abbiamo idea di quanti e soprattutto se ci siano dei soldi stanziati. Alle nostre richieste la maggioranza risponde che questa è una legge di principio e che non importa se i soldi ci siano o meno.. Assurdo! Stanziano 4 miliardi per gli immigrati e non trovano soldi per i sordomuti. È chiaro che non siamo contrari a questa legge ma vogliamo che si trovino  risorse adeguate altrimenti si rivelerà l'ennesimo atto del governo buono solo per farsi un po' di pubblicità".

Così i senatori leghisti Silvana Comaroli e Nunziante Consiglio. 

SIKH: LEGA, ORA APPROVINO NOSTRA LEGGE

Roma, 16 Maggio - " Dopo la sentenza della cassazione che ha condannato un indiano sikh che voleva circolare con un coltello 'sacro' secondo i precetti della sua religione è ora che il parlamento approvi la nostra legge. La proposta della Lega è ferma al palo da anni ma ancora una volta la politica ha demandato alla magistratura la scelta. E' innammissibile! Chiedevamo che fosse impedito ai sikh di usare il vero coltello tradizionale e al suo posto di dotarsi di una copia inoffensiva. Diciamo da anni che e' essenziale che gli immigrati si adattino ai modelli e ai volori del Paese che li ospita. La nostra legge è un piccolo passo in questa direzione ora che la Cassazione si è espressa, il governo si adegui e adotti subito la nostra proposta". 

Così Silvana Comaroli, senatrice leghista e prima firmataria del disegno di legge.

DEF: COMAROLI, ALL'APPELLO MANCANO 55 MLD. RENZI DICA DOVE LI TROVERÀ  


Roma, 27 Apr. - "  Stando a quanto letto nel Def il Governo dovrà trovare 55 miliardi per poter evitare l'aumento dell'Iva e per togliere le clausole di salvaguardia.  Noi vogliamo sapere dove li troveranno visto che nel Def non ce ne è traccia".

Lo ha detto Silvana Comaroli, senatrice della Lega Nord, capogruppo in commissione bilancio durante la dichiarazione di voto al documento economico e finanziario in aula al Senato. 

"Persino l'Ufficio parlamentare di bilancio dice che è un documento  generico che non entra nel dettaglio delle misure.

E questo cosa comporta? Che vivremo nell'incertezza. Vivranno l'incertezza i Comuni e le Regioni, perché non sanno quale sarà il loro futuro e loro stessi non potranno fare una programmazione. Inoltre, scelta deleteria e demenziale, la maggioranza autorizzerà il Governo a posticipare di un ulteriore anno il piano di rientro del debito. Una politica seria e lungimirante si fa con la pianificazione, con gli investimenti, non con i debiti e la spesa corrente.  Evidentemente ed è drammatico - ha concluso Comaroli - al governo manca proprio gente seria".

L.STABILITA'. COMAROLI, RENZI SENZA VISIONE POLITICA. SOLO SPOT ELETTORALI

ROMA, 22 DIC. - " Questo provvedimento manca completamente di visione politica, quella che un governo deve avere, è solo pieno di marchette.
Spot buoni per il premier e la sua perenne campagna elettorale. E' una manovra a deficit il che la dice lunga sul senso di responsabilità del premier non eletto".

Lo ha detto in aula Silvana Comaroli, senatrice leghista e capogruppo in commissione bilancio al senato durante la dichiarazione di voto
alla Legge di stabilità nell'aula di Palazzo Madama.

" Il Governo ha introdotto il decreto salva banche nella legge di stabilità, è una cosa fuori di testa, eppure cosa ancor più assurda è che qui non si parla di responsabilità. È stato presentato un emendamento in tema ma è stato bocciato. Un altro che chiedeva il divieto di vendita dei titoli tossici: bocciato. Quindi gli amministratori che hanno truffato non pagheranno  e danno oltre alla beffa i risparmiatori che hanno perso tutto non sanno se e di quanto saranno risarciti".

CONTI PUBBLICI: COMAROLI, CON PD DEBITO CRESCIUTO DI 300 MILIARDI

 

ROMA, 15 DIC  “Debito pubblico a livelli record, una legge di stabilità varata in deficit e continui favori alle banche e agli amici degli amici. Questi sono i grandi risultati ottenuti dal governo Renzi. Eppure il parolaio di Palazzo Chigi continua a raccontarci che va tutto bene con il consenso dei grandi gruppi editoriali sempre più asserviti al potere. Perché non dicono che dal 2011, ovvero da quando ha cominciato a comandare il Pd, il debito è cresciuto di 300 miliardi? Debito che dovranno pagare tutti i cittadini. Renzi si dovrebbe vergognare e andare a casa prima di commettere danni irreparabili”.

Lo dichiara la senatrice della Lega Nord, Silvana Comaroli.

L. STABILITÀ: LEGA,  APPROVATO NS EMENDAMENTO. 2 MILIONI A BIBLIOTECA CIECHI MONZA

ROMA, 19 NOV. - "Abbiamo ottenuto un importante risultato ripristinando il contributo statale da 2 milioni e salvando così la Biblioteca Regina Margherita, in questo modo abbiamo garantito il mantenimento degli attuali livelli occupazionali e il proseguimento delle fondamentali attività della Biblioteca, come l'attività didattica e la consulenza per gli istituti scolastici per persone con disabilità della vista. Non dimentichiamo inoltre che questa biblioteca ogni anno fornisce 11 mila testi scolastici per i ragazzi non vedenti o ipovedenti."

Così Silvana Comaroli commenta l'approvazione dell'emendamento presentato dalla Lega Nord alla legge di Stabilità, a sua prima firma, per il ripristino del contributo annuo di 2 milioni di euro da parte dello Stato alla Biblioteca Italiana per i Ciechi ‘Regina Margherita di Monza, sorta nel 1928, da sempre la principale biblioteca al servizio dei non vedenti, con un patrimonio librario che consiste in oltre 70mila opere in braille, formati digitali o a stampa ingrandita per gli ipovedenti, libri che da Monza vengono poi spediti in tutta Italia, coprendo così i settori disciplinari più diversi e differenti fasce di lettori.

A commentare l'importante risultato ottenuto dal Carroccio anche il segretario nazionale della Lega Lombarda il deputato monzese Paolo Grimoldi : “Esprimo la mia soddisfazione per il risultato ottenuto, che mi preme sottolineare è avvenuto tutto in quota Lega. In questo modo abbiamo salvato la Biblioteca Regina Margherita, che potrà così proseguire la sua importantissima attività di fornitura e di realizzazione dei testi in braille o vari formati che consentono alle persone con disabilità alla vista di poter leggere, studiare e documentarsi”. Grimoldi, ringrazia la collega Silvana Comaroli “per aver fatto passare questo emendamento alla legge di Stabilità con cui, inoltre, salviamo anche i 44 posti di lavoro di questo luogo che rappresenta un patrimonio culturale e sociale non solo per Monza".

L. STABILITA': LEGA, RENZI BUGIARDO. SU IVA PELLET HA MENTITO

ROMA, 18 NOV. - " L'Iva sul pellet che resta al 22% è l'ennesima promessa mancata di Renzi. Aveva promesso di riportare l'imposta al 10% dopo averla aumentata nella scorsa legge di stabilità ma ancora una volta ha preso in giro gli italiani in particolari quelli che vivono nei territori montani".

Lo dichiarano Silvana Comaroli capogruppo in commissione bilancio al senato per la Lega Nord e i colleghi Paolo Arrigoni e Paolo Tosato.

L. STABILITA': LEGA, SUBITO PIANO SULLA SICUREZZA E ANTI-TERRORISMO

 

Roma, 17 nov. - " Assistiamo con sconcerto alle blaterazioni del governo che continua a non proporre soluzioni concrete per arginare il pericolo terrorismo in Italia. Per noi la priorità è la sicurezza dei cittadini quindi Renzi pretenda che l'Unione Europea ci conceda flessibilità ai vincoli di bilancio e investa subito un miliardo per la sicurezza e l'antiterrorismo".

Lo dichiarano Silvana #Comaroli capogruppo della Lega Nord in commissione bilancio al senato e i colleghi Paolo #Arrigoni e Paolo #Tosato.

"Alfano e Renzi  hanno già ottenuto dall'Europa di sforare i vincoli di bilancio, peccato che la richiesta sia stata fatta per investire risorse per l'immigrazione. Questa è una vergogna, un insulto ai cittadini che giustamente pretendono di vivere in un paese sicuro. Lo stato deve garantire loro questo diritto quindi il governo predisponga un piano sulla sicurezza e l'antiterrorismo: destini risorse alle forze dell'ordine, chiuda subito le frontiere, rimpatri i clandestini, chiuda i luoghi di culto radicali islamici,e per farlo - concludono i leghisti - stanzi in legge di stabilità i fondi necessari".

STABILITÀ: COMAROLI, ANNUNCITE RENZI ANCHE SU PELLE BAMBINI. PER LORO NON C'È UN EURO

ROMA, 15 SETT. - "L'annuncite di Renzi è davvero una brutta malattia. Parla di bambini poveri promettendo sostegno nella legge di stabilità per ottenere consenso ma su di loro non c'è mezzo investimento. Non solo, vogliamo sapere che fine ha fatto il "progetto dopo di noi", il sostegno ai portatori di handicap dopo la morte dei genitori, non c'è traccia nemmeno di quello. Siamo schifati:  questo governo gioca sulla pelle degli ultimi".

Lo dichiara Silvana Comaroli, senatrice leghista capogruppo in commissione bilancio a Palazzo Madama.

"Taglio Imu e Tasi? Sì, sulle 75.000 ville e castelli che risultano prima casa mentre non ci sarà nessun taglio di tasse almeno fino al 2017 e nessuna azione sulla flessibilità in uscita. Le balle che il premier racconta in Tv saranno presto smascherate, purtroppo - conclude Comaroli - sulla pelle della gente".

LATTE IN POLVERE: SENATORI LEGA FIRMANO PETIZIONE COLDIRETTI

ROMA, 30 LUGLIO - " Sono troppe le  assurdità che l’Europa  ci impone ma con quella del formaggio senza latte hanno toccato il fondo”: a dirlo è la senatrice leghista Silvana Comaroli che ha firmato e fatto firmare a tutti i colleghi del Carroccio, la petizione della Coldiretti contro la diffida con cui l’Ue chiede all’Italia di revocare il divieto (in vigore dal 1974) di impiego di latte condensato, in polvere o ricostituito nei prodotti caseari.
“ L'imposizione europea danneggerà irrimediabilmente le nostre produzioni artigianali  d'eccellenza, prodotte con latte italiano genuino. I burocrati europei vogliono distruggere una filiera, quella casearia che è un fiore all'occhiello del made in Italy.  Tutti nel mondo ci invidiano e acquistano i nostri formaggi proprio perché la
produzione con latte fresco italiano assicura altissimi standard di provenienza e di sicurezza alimentare. La nostra battaglia contro questa stupida e deleteria normativa prosegue, l'Europa - conclude Comaroli - deve tenere giù le mani dai nostri prodotti di qualità".

ENTI LOCALI: COMAROLI, RENZI OMETTO. VENDETTE A NEMICI POLITICI SU PELLE CITTADINI

ROMA, 28 LUGLIO - " In questo provvedimento l'ometto Matteo Renzi consuma la sua vendetta nei confronti degli avversari politici. Vuole spingere verso il default gli enti territoriali ben amministrati scaricando su di loro il peso delle sue marchette. 2.3 miliardi è il costo dei famosi 80 euro, 2.3 miliardi è il taglio alla sanità, non è difficile fare i conti. Con questo vergognoso taglio lineare impedisce la possibilit à di garantire i livelli essenziali di assistenza pur di non agire con interventi mirati per cancellare le vergognose sacche di spreco che non sono in Veneto o in Lombardia. In questo maxi-emendamento non ci sono soluzioni, ma pezze, non c'è nulla di strutturale qui si sancisce il fallimento di questo governo che non è in grado di vedere al di là del proprio naso. Il Pd in aula diceva che Lombardia, Veneto e Liguria si oppongono alla rivoluzione della sanità, peccato che Veneto e Lombardia abbiano riformato la sanità 35 anni fa. Matteo Renzi che si fa bello con i suoi annunci non ci mette la faccia ma distrugge pezzo per pezzo il sistema delle autonomie locali che funziona solo quando non è nelle mani del Pd, rubando risorse destinate ai cittadini per mantenere sprechi e assistenzialismo".

Lo dichiara Silvana Comaroli, capogruppo della Lega Nord in commissione Bilancio al senato, intervenendo in aula in dichiarazione di voto sulla fiducia posta dal governo sul decreto enti territoriali.

ENTI LOCALI: COMAROLI, PER GOVERNO TERREMOTATI MANTOVANI E VENETI DI SERIE B

ROMA, 22 LUGLIO - " Il governo ritiene i terremotati veneti e mantovani di serie B. Avevamo chiesto, con vari emendamenti al provvedimento sugli enti locali, che la zona franca concessa in modo sacrosanto e su nostra istanza per l'area colpita dal terremoto in Emilia fosse estesa all'intera area del cratere e quindi anche ai comuni mantovani e veneti colpiti. Il governo ci ha risposto picche e ha bocciato i nostri emendamenti. E' una vergogna, non esistono aree più o meno terremotate. Come lo spiegheranno a quei cittadini 'sfortunatamente' non emiliani che nel terremoto hanno perso tutto?".

Lo dichiara Silvana Comaroli, capogruppo in commissione bilancio per la Lega Nord a Palazzo Madama.

ENTI LOCALI: COMAROLI, BUCHI BILANCI EVASIONE TARI RIPIANATI DA CITTADINI ONESTI CHE PAGANO TASSE

ROMA, 15 LUGLIO - " Il buco nei bilanci dei comuni dovuto al mancato pagamento della Tari sarà spalmato su tutti quei cittadini che invece la pagano attraverso un aumento della tassa per l'anno successivo.   Quest'anno nel solo comune di Roma mancano 28 milioni di euro. Gli evasori risultano essere anche banche, ministeri, agenzia delle entrate e persino la presidenza del consiglio che ha un debito di 2 mioni di euro. Ma Renzi ha trovato una soluzione per far quadrare i conti, a pagare le spese dell'evasione saranno i cittadini onesti, quelli che invece le tasse le pagano. E' l'ultima follia tributaria di un governo che legalizza l'illegalità. La norma varrà per tutti i comuni ed è contenuta nel decreto legge enti locali. I cittadini ancora una volta saranno  'cornuti e mazziati', con i loro sacrifici dovranno pagare i debiti fatti da altri. E' una vergogna e daremo battaglia, la gente deve sapere cosa combina alle loro spalle questo folle governo'.

Lo dichiara Silvana Comaroli, capogruppo della Lega Nord in commissione bilancio al Senato.

CARABINIERE FERITO, COMAROLI: PAESE MUORE D’IMMIGRAZIONE

 

GENOVA, 22 MAG - “Il governo si metta una mano sulla coscienza, chieda scusa alle forze dell’ordine e blocchi le frontiere. Il Paese sta morendo d’immigrazione”. Così la senatrice leghista Silvana Comaroli dopo il ferimento di questa mattina, a Genova, di un maresciallo e di un collega carabiniere, da parte di due senegalesi, poi arrestati.
“Solidarietà alle forze dell’ordine, esposte al pericolo da un governo che non le tutela, preferendo tutelare i criminali, con svuotacarceri e depenalizzazioni”, dice Comaroli che giudica i fatti di questa mattina “un gravissimo campanello d’allarme” e “la matematica conseguenza di politiche sciagurate e fallimentari”. Nel mirino: “L’accoglienza sfrenata e l’attacco alla sicurezza, minacciata da svuotacarceri, depenalizzazioni e da provvedimenti come il reato di tortura, un affronto alle nostre forze dell’ordine”.

LEGGI EUROPEE: COMAROLI, STOP A STRAPOTERE BANCHE


ROMA, 13 MAGGIO  -"Ben vengano le direttive europee in tema di armonizzazione bancaria, ma che siano mirate ed efficaci e fin dove questa farraginosa macchina europea ci lascia spazio, dovremmo intervenire, per riprenderci quel poco di autonomia che ancora ci resta e sfruttarla in favore di chi non può pagare.  Basta allo strapotere delle banche, che con i loro grigi funzionari si presentano come i nuovi santuari di una nuova, anzi vecchia religione. Non è banale, però, almeno nella mia opinione, leggere sul giornale un titolo come: «Salvare l'euro a qualsiasi costo» e pensare come quel «qualsiasi costo» sia così poco indicativo di misure concrete ma evocativo di tutti i sacrifici e le rinunce che i nostri cittadini hanno già scontato e stanno continuando a scontare".

Lo ha detto in aula Silvana Comaroli capogruppo in commissione bilancio al Senato per la Lega Nord intervenendo in aula sulla legge di delegazione europea 2014.

" Noi pretendiamo maggiore tutela dei risparmiatori, trasparenza, separazione dei sistemi bancari e divieto, anche per le amministrazioni centrali, di far ricorso a strumenti finanziari rischiosi.
Maggiore tutela dei risparmiatori significa smetterla con le ricapitalizzazioni pubbliche, garantire il rimborso dei depositi e prevedere un sistema che non imponga loro delle strade senza via d'uscita, come - ad esempio - tutti gli adempimenti e gli oneri cui sono sottoposti anche solo per aprire un conto corrente o i mille artifizi che le banche riescono a scovare per gravarli di ulteriori spese

DEF: COMAROLI, DA RENZI SOLO BOLLE DI SAPONE. IMPATTO SUE RIFORME È ZERO

ROMA, 23 APR. - " Renzi è molto bravo a parlare, è un ottimo venditore: peccato che le sue parole nella realtà dei fatti siano solo bolle di sapone.  il famoso tesoretto non c'è, perché fa riferimento soltanto a variazioni percentuali e ciò significa semplicemente che si fa più debito; debito che, ricordo, rispetto a febbraio e gennaio è aumentato di 3,3 miliardi".

Lo ha detto in aula il capogruppo della Lega Nord in commissione bilancio al senato, Silvana Comaroli in dichiarazione di voto sul Def.

"Mi preme ricordare che tra il 2011 e il 2015 agli enti locali, Comuni, Province e Regioni, sono stati tagliati ben 25 miliardi il che significa - spiega Comaroli - meno investimenti sul territorio che favoriscono le aziende e meno  servizi ai cittadini soffocati dalle tasse".

"Le bugie di Renzi coinvolgono anche il tema degli investimenti, fondamentale per la nostra crescita. Il piano Juncker, il famoso piano che sventola Renzi, prevede 315 miliardi a disposizione. Al momento, però, di miliardi ce ne sono solo 16 e sono presi da fondi europei già destinati al finanziamento delle imprese. Mentre prima vi era la garanzia che tali fondi erano destinati alle piccole e medie imprese che arrivano a 250 dipendenti, che sono la particolarità del nostro tessuto produttivo hanno inserito anche le imprese che arrivano a 3.000 dipendenti, che costituiscono una realtà tipica della Germania. È una clausola che ha voluto la Germania in modo da far razzia di questi fondi. Il caro premier - conclude Comaroli - è rimasto a guardare senza muovere un dito da bravo servo della Merkel".

IMU AGRICOLA: LEGA, BEFFA CHE L'ESENZIONE SCATTI AL MARE DOVE NON SI COLTIVA


ROMA, 26 MAR - " Ecco l'ennesima beffa sulla vergognosa patrimoniale imposta da Renzi. L'esenzione scatta al mare dove non si coltiva! Da sempre ci battiamo contro questa iniqua tassa, riteniamo che debba essere eliminata e i risultati sono sotto gli occhi di tutti. Da un lato si strozza un intero comparto e dall'altra ora c'è la corsa a vendere i terreni agricoli ormai percepiti solo come un giogo".

Lo dichiarano i senatori leghisti Silvana Comaroli e Paolo Arrigoni

IVA: LEGA, REVERSE CHARGE DEVASTANTE PER IMPRESE 


ROMA, 10 MARZO - " Renzi parla di lotta all'evasione ma le misure varate dal suo governo sono fatte a spese degli onesti imprenditori. Pensiamo al reverse charge che colpisce i fornitori della grande distribuzione. Questa misura non è altro che un prestito forzoso e senza interessi preteso dallo Stato dalle aziende che forniscono i beni alla distribuzione organizzata. La portata della norma è devastante: moltissimi fornitori non incassando più l'IVA resteranno senza liquidità".

Lo dichiarano i senatori della Lega Nord Paolo Arrigoni e Silvana Comaroli. 

"Lo Stato drenerà almeno 10 miliardi di liquidità alle aziende fornitrici della grande distribuzione, favorendo inoltre i prodotti esteri che non risentono di questa normativa. Qual è il risultato di questa norma vessatoria, sciagurata e demenziale? Una catena inarrestabile di fallimenti - spiegano i leghisti - la chiusure di migliaia di imprese e la perdita di centinaia di migliaia di posti di lavoro".

"La brusca frenata della produzione, come dimostrano i dati di oggi dell'Istat, e dunque alla ripresa - concludono - sono conseguenze delle scelte demenziali del governo sulle politiche economiche".

 

SENATORI

GIAN MARCO CENTINAIO

NEWS           VIDEO

STEFANO CANDIANI

NEWS        VIDEO

SERGIO DIVINA

NEWS       VIDEO

ERIKA STEFANI

NEWS       VIDEO

PAOLO ARRIGONI

NEWS       VIDEO

ROBERTO CALDEROLI

NEWS       VIDEO

NUNZIANTE CONSIGLIO

NEWS       VIDEO

SILVANA COMAROLI

NEWS       VIDEO

JONNY CROSIO

NEWS       VIDEO

GIACOMO STUCCHI

NEWS       VIDEO

PAOLO TOSATO

NEWS       VIDEO

RAFFAELE VOLPI

NEWS       VIDEO

Stampa Stampa | Mappa del sito
© GRUPPO LEGA NORD E AUTONOMIE PIAZZA MADAMA 1 00186 ROMA Partita IVA: