Sergio Divina

TERRORISMO: DIVINA, GOVERNO PRENDA PROVVEDIMENTI CONTRO TURCHIA

ROMA, 3 DIC. - " Quando parliamo di Stato islamico sbagliamo! Deve essere definito  «territorio occupato abusivamente da terroristi» e questo territorio deve essere liberato. Sul fronte europeo invece,  da anni la Lega continua a ribadire di stare attenti perché, confuso tra i profughi, può arrivare chiunque in questo Paese, e i dati ci hanno dato - ahimè - spiacevolmente ragione, perché due dei terroristi coinvolti negli attentati francesi sono arrivati proprio con le navi, mischiati con i profughi. Noi chiediamo il blocco delle frontiere.
Dobbiamo sapere chi entra a casa nostra, a fare che cosa, e chi esce; non possiamo avere porte girevoli in questo momento contingente".

Lo ha dichiarato, Sergio Divina vicepresidente dei senatori leghisti.

" Inoltre, noi, che facciamo parte della NATO, ci rendiamo conto di quale pericolo stiamo correndo facendo la guerra alla Russia? Dopo aver incamerato Croazia ed Albania, si fa pressione perché entri anche il Montenegro nella NATO, facendo sentire sempre più circondata e messa in un angolo la Russia. Da Gentiloni pretendiamo risposte, vogliamo sapere cosa intenda fare il governo nei confronti della Turchia. Questo governo - conclude Divina - deve prendere subito provvedimenti".

LADRO UCCISO: DIVINA, DOPO 5 FURTI SONO LEGALI ANCHE TAGLIOLE ORSI IN GIARDINO

 

ROMA, 21 OTT. - " Dopo che per per cinque volte entrano nella tua abitazione, sei autorizzato a posizionare perfino le tagliole da orso nel giardino".

Lo dichiara il vicepresidente dei senatori leghisti, Sergio Divina.

" E' importante stabilire da che parte stia la legge perché purtroppo non è più chiaro. E' con i cittadini operosi rispettosi e onesti o tutela i malviventi? Purtroppo, vista l'interpretazione che viene data all'eccesso di legittima difesa, a nessuno è  garantito il diritto alla difesa della propria incolumità. Siamo al paradosso: oggi lo stato tutela solo la "legittima difesa tardiva" che significa il "diritto" di farsi ammazzare prima di reagire. Con la nostra proposta di legge vogliamo tutelate le vittime dai carnefici e cioè - conclude Divina - i cittadini onesti che si difendono prima che sia troppo tardi".

RIFORME: DIVINA, RENZI HA MESSO IN PIEDI UN MOSTRO

 

ROMA, 7 OTT. - " L'articolo 16 prevede che il Governo possa cambiare la legge elettorale con decreto. Abbiamo già una legge elettorale maggioritaria che permette a un solo partito di comporre un Governo monocolore e diventare dominus di tutte le istituzioni della Repubblica, e diamo a questo Governo monocolore la possibilità di potenziare il premio di maggioranza previsto nella legge elettorale. Infatti, avendo il Governo la maggioranza nella Camera, un decreto volto a rendere il premio di maggioranza più sostanzioso passerà. E abbiamo appena votato il successivo articolo 17, che prevede che una sola Camera dichiari lo stato di guerra". 

Lo ha detto in aula Sergio Divina, vicepresidente dei senatori leghisti.

"In questo momento stiamo dando i pieni poteri al segretario del Partito Democratico Presidente del Consiglio. Ma se domani le elezioni andassero in un'altra maniera, provate a pensare cosa succederebbe e che tipo di rivoluzione la sinistra dovrebbe fare per combattere il mostro - conclude Divina - che oggi sta mettendo in piedi!"

RAI: DIVINA, PRESENTATA ISTANZA AD AGCOM PER INADEMPIMENTO

 

ROMA, 5 AGO - "Invece di preoccuparsi di occupare e mantenere le poltrone in Rai, governo e dirigenti dovrebbero dedicarsi a far funzionare bene il servizio pubblico".

Lo dichiara il senatore della Lega Nord, Sergio Divina, che ha presentato all'Agcom e al ministero dello Sviluppo economico un'istanza per la verifica dell'adempimento degli obblighi previsti dal contratto di servizio Rai/Stato .

"Abbiamo chiesto di verificare se sussistano gli estremi per l'inadempimento degli obblighi contrattuali da parte del servizio pubblico di radiodiffusione Rai, in quanto ad oggi sembra non essere rispettato l'impegno di attivare sessanta impianti di trasmissioni radiofoniche a standard Dab+ entro la fine del 2015. Impegni che non sono stati rispettati neanche nella provincia di Trento, utilizzata come territorio pilota per la sperimentazione delle trasmissioni". 

RAI: DIVINA, BRUTTA RIFORMA 

 

ROMA, 21 LUGLIO- "Sarebbe stata sufficiente una riforma di quattro punti: uno, rinuncia al canone RAI, cara RAI; due, fai servizi di qualità; tre, razionalizza i costi; quattro, stai sul mercato.  Saranno poi gli ascoltatori a premiarti, se meriti. Sarebbe stata una riforma semplicissima. Qui invece si sta prendendo una brutta piega".

Lo ha detto in aula il vicepresidente dei senatori leghisti, Sergio Divina. 

730: DIVINA INTERROGA IL MINISTRO. TROPPI ERRORI RIVEDERE PROCEDURE C.V

ROMA, 27 MAGGIO - "Il Governo ha commesso degli errori macroscopici sul 730, sarebbe quindi necessario rimodulare quantomeno le procedure burocratiche. Si devono evitare ai contribuenti in qualsiasi modo di spese aggiuntive prima non previste ed evitare che questi rinuncino al calcolo dell'Indicatore in oggetto perché equivarrebbe a metterli in condizione di dover rinunciare al godimento di servizio essenziali che uno Stato di diritto sociale, quale il nostro si qualifica costituzionalmente, deve invece garantire".

Lo dichiara Sergio Divina, vice presidente dei senatori leghisti che ha presentato un'interrogazione al ministro dell'economia.

" Vogliamo che il governo riveda le attuali norme procedurali di compilazione e rilascio del modello 730 precompilato, come anche dell'Indicatore della Situazione Economica Equivalente in modo da attuare effettivamente, e al più presto - spiega Divina - una sostanziale sburocratizzazione e semplificazione a favore del contribuente che, attualmente, è costretto ad adempimenti maggiori rispetto al precedente sistema, che colpiscono i contribuenti appartenenti alle fasce più disagiate".

" Chiediamo al Ministro, di garantire a tutti i contribuenti in difficoltà un'adeguata assistenza, visto che a causa dell'eccessivo ingolfamento dei Centri di assistenza fiscale - conclude Divina - molti non riescono a ricevere il giusto supporto per la compilazione dei modelli".

TERRORISMO, DIVINA: PRESENZA ISIS SUI BARCONI È CERTEZZA

ROMA, 21 MAG - “Che i barconi siano i 'cavalli di Troia’ dell’Isis per infiltrarsi in Italia è una certezza. Decine e decine di interrogazioni e denunce ad Alfano da parte nostra non sono servite a smuoverlo. Ha continuato per oltre un anno a negare questa possibilità. È ormai chiaro che Alfano non vuole mollare lo scranno ma attende solo la revoca delle sue deleghe. Nessuno, nemmeno questo pessimo governo può tollerare l'ennesimo incidente causato dalla sua incapacità".

Così il senatore leghista Sergio Divina vice presidente del gruppo.

TERRORISMO, DIVINA: ISIS SUI BARCONI, ALFANO ASPETTA IL BOTTO?

 ROMA, 17 MAG - “Barconi come ‘cavalli di Troia’ dell’Isis per infiltrarsi in Italia, ora il rischio è attestato anche dal consigliere del governo libico Haroun. Un’ulteriore conferma di un rischio reale. E Alfano che fa? Aspetta il botto?”  Così il senatore leghista Sergio Divina dopo le rivelazioni alla BBC di Abdul Basit Haroun, consigliere del governo libico.

 “L’allarme risuona da dieci mesi e ci sono inchieste aperte sul tema, ma la risposta del governo continua a essere nulla. Siamo preoccupati dall’immobilismo di un ministro che ha già dimostrato di essere sempre
in ritardo sui tempi. Sveglia Alfano: oggi più che mai il blocco delle partenze è una necessità di sicurezza nazionale”.

GOVERNO: DIVINA, RENZI 'ROTTAMA' AUTO BLU PERCHE' PREFERISCE VOLI DI STATO

 

ROMA, 6 MAGGIO - " Ieri circolavano soltanto indiscrezioni ma oggi c'è la certezza che Renzi nella sua visita in Trentino, stranamente a soli quattro giorni dal voto amministrativo nelle due province autonome, ha usato ben tre velivoli di stato. Due Falcon e un elicottero per brevi spostamenti appartenenti all'aviazione militare. Certo, Renzi ha visitato due fabbriche e un museo, ma la maggior parte del tempo l'ha passato a fare veri e propri comizi elettorali. Ci chiediamo come mai per questo tour a sostegno dei candidati Pd non sia bastato solo un aereo ma ne siano serviti ben tre. La risposta è facile, perché con lui si è portato dieci selezionatissimi parlamentari trentini e altoatesini. Questo presidente è una vera e propria delusione sotto il profilo della moralità  poiché agli annunci al tempo della sua investitura di dismettere o rottamare tutte le auto blu (oggi ne hanno rottamate solo 6/7) non è corrisposta alcuna azione concreta. Probablimente le auto blu non servono più perché sono più confortevoli i velivoli dell'aviazione militare. Abbiamo presentato un'interrogazione al ministro della difesa per conoscere i costi della 'spedizione' trentina di Renzi e chi erano gli ospiti del premier sui voli di stato oltre che la vera natura della visita nell'ultima settimana di campagna elettorale". 

Lo dichiara Sergio Divina, vice capogruppo dei senatori leghisti. 

TERRORISMO: DIVINA, NO A FIDUCIA. ASSURDO COLLE NON INTERVENGA SU DECRETO MIX

 

ROMA, 15 APR. - "Abbiamo perso il conto del numero delle questioni di fiducia poste da questo Governo. Guardando al provvedimento, già il decreto legge si dovrebbe usare con parsimonia. Facciamo davvero fatica a capire la mancata presa di posizione della presidenza della Repubblica che in passato ha preteso armonia e adesso consente un provvedimento mix. Un Paese che sta subendo un'invasione - ha sottolineato facendo riferimento alla richiesta di accoglienza per gli immigranti avanzata ieri dal ministro dell'Interno alle Regioni -  non va ad accogliere queste persone che potrebbero essere terroristi e non le ospita nei suoi migliori alberghi. Come facciamo a dar la fiducia a questo Governo? - ha concluso Divina -  Quando Renzi continua a ripetere 'niente nuove tasse' e poi l'Istat lo smentisce. La Lega non la può dare la fiducia a Renzi, se volete datela voi".

Così il vice presidente dei senatori della Lega Nord Segio Divina, intervenendo nell'aula del Senato, per comunicare il voto contrario del suo gruppo alla fiducia posta dal Governo sul decreto anti terrorismo.

 

LAVORO: DIVINA, UNICA VIA CONTRO DISOCCUPAZIONE È ABBATTIMENTO COSTO


ROMA, 9 APR. - " Qualche giorno fa il governo ha annunciato con enfasi e soddisfazione che si sarebbero attivati 70.000 nuovi contratti a tempo indeterminato. Il rapporto dei primi due mesi di quest'anno rispetto al 2014 sembra favorevole, tanto che - sempre secondo i dati del  Ministero, però - si tratterebbe di un incremento del 38 per cento di questo tipo di contratti. Come Lega, abbiamo sempre espresso molta perplessità sul contratto che voi definite a tutele crescenti, che a noi sembra più un contratto a tempo determinato finanziato. Lo definiamo finanziato perché, finita l'epoca dei vantaggi fiscali, il neoassunto è licenziabile: basta indennizzarlo con le famose due mensilità per ogni anno lavorato. Esprimiamo preoccupazione perché pensiamo che si creerà solo più disoccupazione alla fine di tutti i vantaggi fiscali, che abbiamo stimato ammontare tra i 9.000 ed i 18.000 euro, considerando sia la decontribuzione sia lo scarico dell'IRAP. Di queste 79.000 nuove assunzioni, quante sono veramente nuove assunzioni e quante altre sono state camuffate ed erano già precedenti rapporti a tempo determinato? Qual è la linea del Governo? Intende il Governo rendere strutturale l'abbattimento del costo del lavoro, perché questa è l'unica strada e l'unico modo per evitare, alla fine di questi vantaggi fiscali, di avere ancora tanti giovani sostanzialmente disoccupati?". Queste le domande poste dal vicepresidente dei senatori leghisti Sergio Divina al ministro del lavoro Poletti durante il question time a Palazzo Madama.

CORRUZIONE:DIVINA, DA RENZI CREATE FORTI ATTESE TUTTE DISATTESE

ROMA, 25 MAR - " Sull'anticorruzione questa maggioranza ha creato delle forti attese ma  se questo è il prodotto finale di tante affermazione e di tanti annunci, tutto è stato vanificato.
Il Governo ha perso la bussola. Non si può andare avanti su spinte aliene ed esterne per soddisfare la volontà di chi fa pubblica opinione. Sappiamo che siamo in regime di spending review e forse il governo, una bussola, non se la può permettere: gliela regaliamo noi".

Lo ha dichiarato Sergio Divina in discussione generale sul provvedimento anticorruzione.

DIVORZIO BREVE: DIVINA, MATRIMONIO NON SIA SCIOLTO CON BATTITO MANI

ROMA, 12 MARZO - " Il nostro gruppo sul divorzio breve ha optato per la libertà di coscienza. Personalmente ritengo che si stia intraprendendo una strada pericolosa, accelerando i tempi si aprono le porte a matrimoni di comodo quelli ad esempio contratti per ottenere la cittadinanza. Si devono porre delle cautele che in questa legge mancano, di questo passo ci si potrà sposare e separare due volte l'anno. Penso che il matrimonio resti un valore e in quanto tale - nel rispetto di tutti - debba essere tutelato e ritenuto un punto fisso per la nostra società. Il matrimonio non è un fidanzamento o una convivenza, penso sia sbagliato permettere che possa essere sciolto con un battito di mani".

Lo dichiara Sergio Divina, vice presidente del gruppo della Lega Nord.

IMMIGRAZIONE: DIVINA, CENTRI ACCOGLIENZA IN AFRICA PROPOSTI DA LEGA 6 ANNI FA

ROMA, 10 MARZO - " L'unione europea è in ritardo di sei anni. La Lega nel 2009 e nel 2010 ha fatto approvare ben due risoluzioni dall'Osce che concordavano che si dovesse affrontare l'ondata migratoria dall'Africa allestendo dei campi di riconoscimento dello status di rifugiato e l’erogazione degli aiuti e dell’assistenza in luoghi quanto piuÌ vicini possibile ai paesi di origine dei rifugiati, sia per garantire il riconoscimento dei loro diritti che per consentire loro di ritornare al loro luogo di origine e al loro tradizionale modo di vita una volta cessata l’emergenza . L'impegno purtroppo è stato disatteso il che ha implicato migliaia di morti e milioni di immigrati giunti in Europa senza alcuna possibilità lavorativa. Oggi in Europa si dicono tutti concordi nell'allestire un campo in Niger esattamente sul modello da noi proposto. Nulla di nuovo sotto il sole, ancora una volta la Lega Nord aveva ragione con larghissimo anticipo proponendo una soluzione che avrebbe impedito le assurde stragi che si sono susseguite ".

Lo dichiara Sergio Divina vicepresidente dei senatori della Lega Nord. 

ISIS: LEGA RISPONDE AD APPELLO PESCATORI. DIVINA ' STOP FLUSSI. MARE RITORNI TRANQUILLO'


ROMA, 25 FEB.- " Sottoscrivo l'appello dei pescatori di Lampedusa e Linosa. Devono essere difesi: le loro preoccupazioni sono sacrosante ancor più dopo l'ultimo assalto di clandestini alla guardia costiera. I pescatori sono stati costretti a cambiare zona di mare per svolgere la loro attività. Un colpo duro alle loro attività e un pessimo segno sulla sicurezza di chi opera onestamente in mare. E' chiaro il fallimento di Mare Nostrum prima e di Triton dopo, due operazioni servite solo per riempire le coste di clandestini e le casse di qualche cooperativa.  La guardia costiera sia indirizzata alla tutela dei pescatori, questi lavoratori hanno tutto il diritto di sentirsi tranquilli in mare e di non essere le ennesime vittime del fallimento delle politiche migratorie di Alfano-Renzi".

Lo dichiara Sergio Divina, vicepresidente dei senatori leghisti.

 

LIBIA: DIVINA, SUBITO BLOCCO NAVALE


ROMA, 19 FEB. - Nel primo giorno dei lavori dell'Assemblea OSCE a Vienna, il sen. Divina ha lanciato un appello agli Stati membri affinché prendano una netta posizione contro l'Isis. "Hanno dichiarato guerra all'Italia, hanno affermato di voler issare la loro bandiera a Roma". "Il governo imponga il blocco navale perché gli sbarchi incontrollati sono una problema per  tutta l'Europa. Nessuno può garantire che fra i tanti clandestini non si celino dei terroristi. È ora di finire di approvare risoluzioni a cui mai vien dato seguito". Divina poi ha ricordato che " un cacciatore non mira mai alle gambe della preda, ma ad organi vitali. L'Isis ha diramazioni in tante aree ormai, ma la testa è in Iraq ed è lì che va colpito. Colpito col supporto di tutta la Comunità Internazionale che si riconosce nella democrazia"

 

VIENNA: DIVINA, OSCE PRENDA POSIZIONE SU MINACCE A ITALIA


VIENNA 18 FEB. Nel primo giorno dei lavori dell'Assemblea OSCE a Vienna, il sen. Divina ha lanciato un appello agli Stati membri affinché prendano una netta posizione contro lo Stato terrorista dell'Isis.
"Hanno dichiarato guerra all'Italia, hanno affermato di voler issare la loro bandiera nera nella nostra capitale. Cosa attendiamo ancora?"
"Vanno subito fermate le partenze è bloccati i loro porti. È un problema che tocca tutta l'Europa se fra i tanti clandestini si celassero dei terroristi. È ora di finire di approvare risoluzioni a cui mai vien dato seguito. Sposiamo in pieno le affermazioni del rappresentante egiziano che ha reclamato di attendere un sostegno internazionale."
Divina poi ha ricordato che " un cacciatore non mira mai alle gambe della preda, ma ad organi vitali. L'Isis ha diramazioni in tante aree ormai, ma la testa è in Iraq ed è lì che va colpito. Colpito col supporto di tutta la Comunità Internazionale che si riconosce nella democrazia"

LIBIA: DIVINA, CAPO STATO RIUNISCA CONSIGLIO SUPREMO

 

TRENTO, 16 FEB - "Chiediamo che il presidente della Repubblica, come capo delle forze armate, riunisca subito il Consiglio supremo per prendere decisioni drastiche a contrastare il terrorismo islamico. In alto mare ci deve stare la Marina, non la guardia costiere disarmata, e in questo momento tutti sono da assistere, ma da respingere". Lo ha dichiarato il vicepresidente della commissione Difesa del Senato, il leghista trentino Sergio Divina, dopo le minacce da parte di uomini armati subite da una motovedetta italiana della Guardia costiera al largo di Tripoli, durante il soccorso a un'imbarcazione di migranti. "E' indispensabile inoltre - aggiunge Divina - cambiare le regole di ingaggio. Quello che e' successo oggi e' da matti. A brigante, brigante e mezzo".

 

PARIGI: DIVINA, A COULIBALY PRESTITO DA BANCA. ALFANO DIA DIRETTIVE AFFINCHE' NON ACCADA ANCHE QUI

 

ROMA, 14 GEN. - " Le banche sanno tutto di tutti. Non sfugge nulla dalle loro banche dati. Se hai ritardato un pagamento o saltato una rata del mutuo dell'automobile o devi dieci euro all'Agenzia dell'Entrate scordati il prestito! Ogni peccato veniale è da loro gelosamente catalogato.Poi capita che invece finanzino un terrorista schedato perfino dai servizi segreti. Così è accaduto proprio al criminale Coulibaly, quello che ha ucciso una poliziotta e quattro ostaggi nel supermercato ebraico. Ha ottenuto un prestito di 6.000 €, e forse con quei soldi ha pure organizzato la sua carneficina. Ma le nostre banche avrebbero fatto lo stesso? E' bene che il nostro Ministro Alfano dia precise istruzioni affinché non succeda anche da noi la possibilità per dei criminali di vedersi finanziare gli attentati. O il fatto di essere dei delinquenti è coperto da privacy?".


Lo dichiara il vicepresidente dei senatori leghisti Sergio Divina

 

SEMESTRE UE: DIVINA A RENZI, DA LUI SOLO SPOCCHIA E INCOCLUDENZA

 

ROMA, 12 GEN. -  " Non abbiamo sentito nessuna novità nel discorso di Renzi per la fine del semestre italiano. Ha ripetuto concetti autoreferenziali già sentiti in altre occasioni.

Gli applausi ricevuti, a dire il vero scarsi, dal Parlamento europeo, anche questo scarsamente presenziato, non lo devono trarre in inganno. Il mondo che conta non è in quella Turris Eburnea, ma è fuori di lì. I cittadini lo valutano per i suoi risultati che sono del tutto deludenti: tutto va peggio di sei mesi fa, tutti gli indicatori economici sono peggiorati. E anche i suoi smodati attacchi a chi si richiama alle identità, altro non sono che patetici tentativi di arginare la caduta di consensi che sarà inevitabile.  Se gli Italiani ti chiedono "lavoro" e "sicurezza" non gli puoi rispondere con "cassintegrazione" e immigrazione incontrollata. Una cosa però va vista come positiva: in tutta Europa hanno percepito la spocchia, la supponenza e l'inconcludenza del premier".

 

Lo dichiara il vicepresidente dei senatori leghisti, Sergio Divina. 

 

L. ELETTORALE, DIVINA: MAGISTRATI DETTANO NORME E NOI GIOCHIAMO AL BUIO

 

ROMA, 8 GEN - “La magistratura detta le leggi e il parlamento gioca al buio”. E’ il doppio atto d’accusa lanciato dal senatore leghista Sergio Divina in aula, durante la discussione della legge elettorale.
“La riforma si basa su un patto fantasma, quello del ‘Nazareno’, che anche esponenti Pd e FI ignorano. Il testo è stato scippato alla commissione dopo neanche un mese di discussione e imposto all’aula.
Rimane un mistero quando scatterà il premio di maggioranza e i capilista bloccati, in molti collegi, di fatto, rappresenteranno un ritorno al porcellum. È caos”, ha detto Divina. E “l’intromissione della magistratura è vergognosa. Se si dovesse andare al voto, oggi, ci andremmo con una legge imposta, di fatto, dai giudici che ormai, in questo strano paese, decidono di tutto: vita e morte, legge elettorale, fecondazione, droghe”. E’ tempo che i “magistrati tornino a regolare le vertenze, le questioni politiche si lascino alle aule
parlamentari”.  Divina ha anche contestato la priorità d’inizio anno assegnata alla legge elettorale. “Oggi le reali emergenze si chiamano lavoro, sviluppo economico e sicurezza. Con la legge elettorale non si mangia”. E, alla luce dei fatti di Parigi, “è doveroso rassicurare immediatamente gli italiani sul rischio attentati”.

 

SENATORI

GIAN MARCO CENTINAIO

NEWS           VIDEO

STEFANO CANDIANI

NEWS        VIDEO

SERGIO DIVINA

NEWS       VIDEO

ERIKA STEFANI

NEWS       VIDEO

PAOLO ARRIGONI

NEWS       VIDEO

ROBERTO CALDEROLI

NEWS       VIDEO

NUNZIANTE CONSIGLIO

NEWS       VIDEO

SILVANA COMAROLI

NEWS       VIDEO

JONNY CROSIO

NEWS       VIDEO

GIACOMO STUCCHI

NEWS       VIDEO

PAOLO TOSATO

NEWS       VIDEO

RAFFAELE VOLPI

NEWS       VIDEO

Stampa Stampa | Mappa del sito
© GRUPPO LEGA NORD E AUTONOMIE PIAZZA MADAMA 1 00186 ROMA Partita IVA: