Paolo Tosato

BANCHE: TOSATO (LEGA), PD SMETTA DI NEGARE EVIDENTI RESPONSABILITÀ POLITICHE IN CRISI SISTEMA

 

Roma, 1 Dicembre - “ Ancora prima di iniziare i lavori della commissione d'inchiesta il teorema preventivo formulato in numerose interviste dal Segretario del Pd era quello di addossare ogni responsabilità sulla mala gestione degli istituti a Banca d’Italia. La sensazione che avvertiamo è che la commissione abbia l'esclusivo scopo di dimostrare la correttezza di questa posizione di comodo. Oggi Renzi e il PD cantano vittoria come se non fosse chiaro a tutti che la responsabilità della politica nella gestione delle crisi bancarie c’è ed è evidente. Negarla è inutile. I cittadini non sono degli sprovveduti. Parliamo di responsabilità dirette come per Monte dei Paschi, "la banca della Sinistra", sia indirette. La crisi bancaria è una delle tante conseguenze della crisi economica e politica del nostro Paese. Mentre Renzi festeggia,  molti risparmiatori truffati sono alla disperazione. L'emendamento dei 50 milioni di risarcimento in due anni è ridicolo e offensivo nei confronti di famiglie in gravissime difficoltà economiche: si tratta di una somma irrisoria e che sarà  stanziata dopo lunghi ed estenuanti processi. Illudere e prendere in giro i risparmiatori truffati è vergognoso, parliamo di famiglie che hanno perso tutte le certezze e le speranza nel futuro”.

 

Così Paolo Tosato senatore leghista e componente della commissione d’inchiesta sul sistema bancario.

MPS: LEGA CHIEDE AUDIZIONE MUSSARI, VIGNI, BALDASSARRI E POLITICI SENESI 

 

Roma, 23 Novembre - “ Ho inviato a Casini formale richiesta per audire nella commissione d’inchiesta sul sistema Bancario Giuseppe Mussari, già presidente di BMPS, Antonio Vigni, già Direttore Generale di BMPS e Gian Luca Baldassarri, già responsabile di Area Finanza di BMPS. Inoltre per chiarire meglio i rapporti tra politica e banca sul territorio senese ho anche chiesto che siano chiamati a riferire  Gabriello Mancini, ex presidente di Fondazione Monte dei Paschi, Maurizio Cenni e Franco Ceccuzzi , già sindaci di Siena e Fabio Ceccherini Fabio, che ha ricoperto il

ruolo di presidente della Provincia di Siena. Le vicende fraudolente che hanno causato la crisi e il dissesto di MPS si riferiscono in particolare agli anni dal 2008 al 2011. Dalla dissennata acquisizione di Antonveneta alle operazioni Alexandria e Santorini oggetto delle indagini delle Procure di Milano e di Siena. Il tempo a disposizione per i lavori della commissione sono purtroppo ridotti siamo chiamati a fare luce sul periodo oscuro di MPS e non si deve avere paura di individuare le responsabilità politiche di questo fallimento”.

 

Così Paolo Tosato, senatore leghista e componente della commissione d’inchiesta sulle banche.

BANKITALIA: LEGA, VERGOGNOSO NO A NOSTRA RICHIESTA AUDIZIONE VISCO

Roma, 19 Ottobre - “Incomprensibile, assurda, vergognosa la scelta della maggioranza di non accogliere la nostra richiesta per l’audizione immediata di Ignazio Visco in commissione bicamerale d’inchiesta sulle banche. Assistiamo a uno scontro sulla stampa tra le più alte cariche dello stato e il segretario del Pd ma ci negano di discuterne subito nella sede più appropriata. È fondamentale per il lavoro della commissione poter ascoltare il presidente della banca d’Italia sulla gestione della crisi degli istituti bancari e vogliamo capire come si intenda affrontare la situazione alla luce della mozione della maggioranza approvata alla Camera sulla governance di Bankitalia. Non capiamo quali siano le motivazioni che impediscano l’audizione se non il timore del Pd di togliere finalmente il velo sulla vergognosa gestione di alcuni istituti”. 


Così Paolo Tosato, senatore leghista e componente della commissione bicamerale d’inchiesta sul settore bancario. 

UNIVERSITÀ: TOSATO (LN), TAGLIO FONDI ATENEI VENETI È VERGOGNA

 

Roma, 16 Settembre - "Ennesimo furto del governo alla regione Veneto con lo scandaloso taglio ai fondi agli atenei per la ricerca. Cinque milioni in meno all'Università di Padova, quasi un milione e mezzo in meno a quella di Venezia, un milione e 700 mila tagliati a Verona, 500 mila allo IUAV. In Veneto ci sono atenei tra i più prestigiosi a livello internazionale, ma il governo non li premia ma li penalizza".

Così Paolo Tosato, senatore della Lega Nord. 

" Lo stato centrale continua a spingerci con tutte le proprie forze verso l'autonomia che i veneti voteranno tra un mese grazie al referendum. Oggi ci hanno dato un motivo in più per salutare Roma visto che lo stato ha deciso di non premiare le eccellenze universitarie venete ma di elargire più fondi agli atenei del centro-sud che si classificano sempre in fondo alle classifiche 

penalizzando così - conclude Tosato - le università che costituiscono uno dei principali fattori di competitività di un territorio".

CULTURA: TOSATO (LN), DA GOVERNO PENALIZZAZIONI A FONDAZIONI LIRICHE E CIRCHI

 

Roma, 14 Settembre - " Anche sulla cultura e sullo spettacolo il governo latita e accentra competenze. Siamo preoccupati per l'atteggiamento che sta emergendo. Tagliano le risorse  considerando le Fondazioni liriche dei pozzi senza fondo, male amministrate. Ciò è in parte vero, ma questo approccio non riguarda tutte le Fondazioni. Ci sono infatti anche approcci imprenditoriali di qualità che possono essere naturalmente migliorati, ma che non possono essere distrutti dalla posizione, di moda in questo momento, di chi afferma che tali Fondazioni sono ormai irrecuperabili e rappresentano esclusivamente un peso per le casse dello Stato. Oltre a  questo atteggiamento nei confronti delle fondazioni che riteniamo pericoloso, vorremmo mettere in evidenza un altro punto debole del provvedimento in esame. Mi riferisco agli spettacoli viaggianti, in particolare ai circhi, che vengono non semplicemente trascurati, ma addirittura penalizzati da una norma ideologica". 

Così Paolo Tosato, senatore della Lega Nord. 

" Per noi, è assolutamente sbagliata la scelta di inserire nel provvedimento in esame una norma che introduce come obiettivi del Governo la graduale eliminazione dell'utilizzo degli animali negli spettacoli viaggianti. Nessuno vuole difendere lo sfruttamento degli animali, che non fa parte della cultura del nostro Paese. Nel nostro Paese c'è la cultura, ormai consolidata, che intende affermare la necessità e il dovere di tutelare gli animali.Qualora passasse la norma contenuta nel provvedimento, senza l'accoglimento dei numerosi emendamenti presentati, si decreterà la morte dei circhi italiani, con la perdita di numerosi posti di lavoro, o - in alternativa - la fuga all'estero di tutte le attività circensi. I nostri circhi lasceranno il nostro territorio in cerca di territori più ospitali che non hanno questa visione ideologica. Dobbiamo essere assolutamente consci di questo; dobbiamo tutelare chi fa spettacolo, chi fa cultura, ma anche chi porta avanti professioni, magari di nicchia, ma che comunque - conclude Tosato - vanno tutelate e rispettate". 

BANCHE: TOSATO (LN), RISPARMIATORI VENETI ANCORA VITTIME DI UN GOVERNO DI IGNAVI

 

Roma, 27 Luglio - " Con questo decreto il governo non ha colpito i  responsabili del crack delle banche venete ma li ha tutelati con ignavia colpevolizzando e non tutelando i risparmiatori. Di fronte a questa crisi enorme gli azionisti devono pagare anche se non hanno nessuna colpa, sono vittime di un governo che ha svenduto gli interessi nazionali, ceduto potere monetario, messo fuori mercato imprese e artigiani. I risparmiatori e gli azionisti delle banche venete si sono trovati a non poter onorare gli impegni perché impossibilitati a reagire alla crisi. Ovviamente voteremo contro la fiducia a un governo irresponsabile e incapace di garantire e tutelare gli onesti cittadini truffati. Noi pretendiamo giustizia per chi ha perso i propri risparmi e la speranza nel futuro".

 

Così Paolo Tosato, senatore leghista durante la dichiarazione di voto per la fiducia al governo sul decreto banche. 

 

"All'inerte governo ricordo gli oltre 20 miliardi che generosamente affidiamo allo stato ogni anno e che se potessimo gestire autonomamente ci permetterebbero di risolvere tutti i nostri problemi. 20 miliardi che ci appartengono e che sono frutto del nostro lavoro dei nostri sacrifici: lo stato - ha spiegato Tosato - se ne appropria, li gestisce male, li spreca. Noi siamo stanchi di soffrire per colpa di altri ed è per questo che in Veneto soffia forte il vento autonomista, un vento che non muore mai. Il 22 ottobre ci sarà il referendum per l'autonomia dei veneti. Una battaglia condotto non contro qualcuno ma per qualcuno. Una lotta che è un dovere per poter costruire un futuro migliore per ottenere finalmente - ha concluso Tosato - più giustizia e più libertà per i veneti".

CONSIP: TOSATO, PD ELIMINA MARRONI PERCHÉ TESTIMONE SCOMODO CONTRO LOTTI

 

Roma, 20 giu. – “Quando le indagini riguardano i propri sodali il Pd è garantista, se invece coinvolgono avversari politici diventa giustizialista. E’ chiaro ormai che il Pd voglia liberarsi del cda di Consip e del suo ad  Luigi Marroni solo perché questo ha confermato alla magistratura la veridicità di fatti che mettono nei guai il ministro Luca Lotti, l’amico di Renzi. La decadenza del cda di Consip infatti non risolve proprio nulla, né gli scandali penali né tantomeno le responsabilità politiche. La realtà è che il Pd non vuole mettere realmente ordine in Consip. Stiamo assistendo, invece, ad una resa dei conti all’interno della maggioranza con Renzi e il Pd che vogliono solo fare piazza pulita e rimuovere scomodi testimoni. La Lega Nord  a questa farsa non ci sta e pretende la verità. Vogliamo sapere se siamo stati governati da uomini per bene o da un comitato d’affari”. 

 

Lo dichiara in aula il senatore della Lega Nord  Paolo Tosato nel corso della discussione generale delle mozioni sulla vicenda Consip.

UE: TOSATO, DA RENZI STUCCHEVOLE OTTIMISMO INGIUSTIFICATO E ILLUSORIO

 

ROMA, 16 MARZO - "Abbiamo ascoltato per l'ennesima volta il lungo elenco di tutti i 'successi' di Renzi in Italia, in Europa e nel mondo. Lo abbiamo fatto con la solita pazienza: quella pazienza che gli italiani ormai hanno perso da molto tempo. Matteo Renzi torni con i piedi per terra, e cominci a mettersi in discussione perché fuori da questo palazzo c'è molta sofferenza e noi, qui dentro, rischiamo di dimenticacelo, o, peggio, come nel suo caso, di non volerla vedere e di far finta di niente".

Lo ha detto in aula Paolo Tosato intervenendo nell'aula di Palazzo Madama nel corso del dibattito sulle comunicazioni di Matteo Renzi sul consiglio europeo del 17-18 Marzo. 

"I risultati dell'azione del Governo sono sotto gli occhi di tutti. I cittadini vivono nella cruda realtà, che è fatta di paure e insicurezze per il futuro.  Hanno paura di non riuscire a ottenere una pensione dignitosa per l'infame legge Fornero, hanno paura che l'esecutivo metta le mani sulle pensioni di reversibilità e di essere derubati dei risparmi di una vita. Questo è il Paese reale e non quello delle chiacchiere di un parolaio che non è stato nemmeno eletto dai cittadini e che continua a vendere un ormai insopportabile e stucchevole ottimismo assolutamente - ha concluso Tosato - ingiustificato e illusorio ".

SAPPADA: TOSATO, GOVERNO TERRORIZZATO SOPPRIME ISTANZE AUTONOMISTE

ROMA, 16 MARZO - " Con la decisione presa in conferenza dei capigruppo di eliminare dalla discussione il passaggio del comune di Sappada dal Veneto al Friuli Venezia Giulia, la maggioranza certifica il terrore che ha di discutere delle istanze autonomiste dei territori. Zaia l'ha predetto, Sappada sarebbe stata il primo masso caduto di una frana incontenibile. Il Veneto chiede autonomia, il governo censura ma non potrà continuare per molto perché la storia dimostra che l'autodeterminazione dei popoli non si riesce a contenere. Attraverso il referendum i cittadini di Sappada sono stati chiari, nel bene o nel male l'aula ha l'obbligo di discuterne, quanto accaduto oggi è gravissimo". Lo dichiara Paolo Tosato, senatore veneto della Lega Nord.

L.STABILITA': TOSATO , LAVORO, PENSIONI E SICUREZZA PER RENZI NON SONO PRIORITA'

ROMA, 19 NOV. - " Il nostro è un Paese che non può avere la certezza di avere lavoro, pensioni adeguate, sicurezza nelle proprie case rispetto alla criminalità e al terrorismo, e che non può nemmeno avere la sicurezza di vivere in territori dove eventi climatici straordinari non mettano in discussione la propria incolumità. Sul fronte della sicurezza emerge che il governo ha messo  la testa sotto la sabbia e ignora quanto accade in Francia fingendo che qui non possa accadere.
Renzi ha chiesto flessibilità all'Europa solo per affrontare l'emergenza migratoria e, cioè la politica dell'invasione e dell'accoglienza indiscriminata di tutti i clandestini che arrivano via mare".

Lo ha detto in aula il senatore leghista Paolo Tosato durante la discussione in aula sulla Legge di Stabilità.

"Abbiamo chiesto risorse anche per la sicurezza idrogeologica - ha spiegato Tosato -ma le risposte sono state assolutamente inadeguate; non si possono spalmare gli investimenti su più anni e sperare che il tempo non porti altri disastri, altri lutti, nel corso dell'anno prossimo. Questo non è il Paese in cui ci riconosciamo; queste non sono le priorità contenute nel disegno di legge di stabilità: tali priorità non dovevano essere ignorate, mentre questo Governo le ha - conclude Tosato - totalmente disattese".

L. STABILITA': LEGA, RENZI BUGIARDO. SU IVA PELLET HA MENTITO

ROMA, 18 NOV. - " L'Iva sul pellet che resta al 22% è l'ennesima promessa mancata di Renzi. Aveva promesso di riportare l'imposta al 10% dopo averla aumentata nella scorsa legge di stabilità ma ancora una volta ha preso in giro gli italiani in particolari quelli che vivono nei territori montani".

Lo dichiarano Silvana Comaroli capogruppo in commissione bilancio al senato per la Lega Nord e i colleghi Paolo Arrigoni e Paolo Tosato.

L. STABILITA': LEGA, SUBITO PIANO SULLA SICUREZZA E ANTI-TERRORISMO

 

Roma, 17 nov. - " Assistiamo con sconcerto alle blaterazioni del governo che continua a non proporre soluzioni concrete per arginare il pericolo terrorismo in Italia. Per noi la priorità è la sicurezza dei cittadini quindi Renzi pretenda che l'Unione Europea ci conceda flessibilità ai vincoli di bilancio e investa subito un miliardo per la sicurezza e l'antiterrorismo".

Lo dichiarano Silvana #Comaroli capogruppo della Lega Nord in commissione bilancio al senato e i colleghi Paolo #Arrigoni e Paolo #Tosato.

"Alfano e Renzi  hanno già ottenuto dall'Europa di sforare i vincoli di bilancio, peccato che la richiesta sia stata fatta per investire risorse per l'immigrazione. Questa è una vergogna, un insulto ai cittadini che giustamente pretendono di vivere in un paese sicuro. Lo stato deve garantire loro questo diritto quindi il governo predisponga un piano sulla sicurezza e l'antiterrorismo: destini risorse alle forze dell'ordine, chiuda subito le frontiere, rimpatri i clandestini, chiuda i luoghi di culto radicali islamici,e per farlo - concludono i leghisti - stanzi in legge di stabilità i fondi necessari".

FISCO: TOSATO, RENZI NON SA GESTIRE CONTI STATO. QUESTA E' PURA FOLLIA

 

ROMA, 28 OTT. - " Altro che finanza creativa, questa è pura follia. Questo provvedimento è il simbolo più autentico della politica economica del Governo Renzi: clausole di salvaguardia che vanno dall'aumento dell'IRES a quello dell'IRAP, dall'aumento dell'IVA a quello delle accise sui carburanti, disseminate come mine vaganti nei bilanci e nelle finanziarie dello Stato, coperture di spesa fittizie e fasulle, che risultano sistematicamente scoperte e sconfessate, indebitamento alle stelle e senza controllo, rinvio all'infinito della spending review dei costi dell'apparato statale e della vera soluzione dei problemi. Questo non è un modo serio di gestire i conti dello Stato, è assolutamente inadeguato e irresponsabile".

 

Lo ha detto in aula il senatore della Lega Nord, capogruppo in commissione finanze Paolo Tosato, in dichiarazione di voto sul decreto legge che proroga la voluntary disclosure. 

STABILITA’: LEGA NORD, FONDO DI 1,5 MILIARDI PER CALAMITA’ ENNESIMA BUFALA?

 

ROMA, 23 OTT – “In attesa della pubblicazione ufficiale della legge di stabilità, tra un ripensamento e l’altro di Matteo Renzi, ci auguriamo che la notizia che sta facendo circolare il Partito democratico di un fondo di un miliardo e mezzo di euro inserito nel provvedimento per far fronte agli stati di calamità accaduti in Italia dal 2013 al 2015 non sia l’ennesima bufala fatta girare ad arte dal governo”.

Lo scrivono in una nota i senatori della Lega Nord, Erika Stefani e Paolo Tosato.

“Se, infatti, si dovesse trattare non di un contributo dello Stato per i danni subiti da imprese e privati ma di finanziamenti agevolati erogati da istituti bancari ci troveremmo di fronte all’ennesimo raggiro del presidente del Consiglio inserito in questa legge truffa. In caso contrario, la Lega Nord vigilerà affinché i cittadini della Riviera del Brenta colpiti a luglio dal tornado ricevano la giusta quota”.

 

SERENISSIMI: LEGA, GIUSTIZIA SI CONCENTRI SUI VERI TERRORISTI. NON SI PROCESSINO IDEE

ROMA, 15 OTT. - "Il rinvio a giudizio dei 50 serenissimi per eversione e terrorismo è un clamoroso errore della giustizia. Non si possono processare le idee, non si può incarcerare e far subire una lunga traversia giudiziaria a della brava gente. Queste persone non hanno commesso nessun reato, condividevano l'amore per la propria terra e un sentimento politico nobile come il desiderio di indipendenza. Tempo e risorse della magistratura si concentrino sui problemi veri di questo paese non sui serenissimi, loro non hanno fatto niente di male".

Lo dichiarano Erika Stefani e Paolo Tosato, senatori veneti della Lega Nord.

ENTI LOCALI: LEGA, RENZI UMILIA VENETI. 500 MLN IN SPRECHI SICILIANI 2 MLN PER DANNI TORNADO

ROMA, 28 LUGLIO - " Non vogliamo adeguarci a quella che sembra normalità e invece è follia. Non possiamo piegarci all'indifferenza di un governo che umilia i veneti concedendo 500 milioni per ripianare i debiti della regione Sicilia e dà ai comuni colpiti dal tornado solo due milioni a fronte dei 100 di danni stimati. Ai veneti questi soldi servono per rientrare nelle abitazioni, per riaprire le attività non per foraggiare clientelismo e sprechi. Ai veneti questi soldi spettano, non sono un regalo, ma un atto dovuto!  E' inaccettabile e vergognosa questa irresponsabilità del governo. Per il Veneto questo Stato significa solo scippo di tasse e ricerca di alloggi da parte delle prefetture da destinare ai clandestini quando i cittadini veneti colpiti dalle calamità si pagano di tasca propria  un alloggio alternativo. Da Renzi non è arrivata nessuna risposta alle emergenze ma  - come se non bastasse - un'ulteriore punizione con il taglio di 2.3 miliardi al sistema sanitario nazionale senza l'applicazione dei costi standard. Renzi ha deciso di affondarci, non ha capito che così facendo spinge ulteriormente i Veneti  verso la libertà e l'indipendenza".

Lo dichiarano Paolo Tosato ed Erika Stefani senatori veneti della Lega Nord.

IMMIGRAZIONE, TOSATO: PD INNESCA RIVOLTE, REGIONI PRENDANO ESEMPIO DA ZAIA

ROMA, 17 LUG - “A forza di importare clandestini il governo ha acceso la miccia delle rivolte. In questi giorni assistiamo a un disastro annunciato. Le rivolte di Quinto e Casale San Nicola rischiano di essere i primi focolai di una lunga serie. E mentre Marino e Zingaretti si nascondono, Zaia si dimostra ancora una volta amministratore capace e vicino alla sua gente. Il Pd dovrebbe chiedere scusa e fare le valigie”. Lo dice il senatore leghista Paolo Tosato, a proposito delle rivolte anti-immigrati di queste ore.
“C’è esasperazione, il Paese non ne può più e si sta legittimamente ribellando. Basta chinare il capo. Governatori come Zaia dimostrano che alzare la testa si può. Le politiche di invasione di Renzi e Alfano sono pericolose e stanno avendo conseguenze drammatiche. Dopo lo sfacelo della sinistra, l’unica cura si chiama Lega: stop immigrazione, azzeramento dei flussi e più sicurezza”.

CARA MINEO: TOSATO AD ALFANO, VERGOGNA! VERA E PROPRIA  INDUSTRIA PAGATA A CARISSIMO  PREZZO DA CITTADINI

ROMA, 8 LUGLIO - " Il Cara di Mineo è l'industria principale del territorio siciliano che occupa. Quattromila immigrati e trecentocinquanta dipendenti la maggior parte dei quali parenti di amministratori locali del nuovo centro destra e del Pd. Basti pensare che lì, il partito di Alfano raggiunge il 39% dei consensi elettorali. Risultati 'straordinari' frutto di becero clientelismo. Siamo stanchi delle prediche sull'accoglienza, dell'insopportabile ipocrisia di Alfano e di questo governo di incapaci. Campate sul business dell'immigrazione usate i soldi di chi paga onestamente e con fatica le tasse per finanziare malavita, fallimenti, sagre assurde mentre sfrattate gli italiani dalle loro case e tagliate i fondi ai comuni virtuosi che vorrebbero solo sistemare scuole e strade".

Lo ha detto in aula Paolo Tosato, senatore della Lega Nord nel corso dell'informativa del ministro dell'interno Angelino Alfano sulla gestione del Cara di Mineo. 

"Siete arrivati a occuparvi solo di smistare gli immigrati come pacchi preziosi addirittura minacciando confische di immobili privati. Avete trasformato l'Italia nel campo profughi dell'Europa, avete trasformato le stazioni in lazzaretti a cielo aperto e siete arrivati a scaricare i clandestini di notte per strada o nelle piazze.  Alfano soprattutto, è la causa di questo scempio. I cittadini però hanno visto, hanno giudicato dandovi l'avviso di sfratto alle ultime regionali e assegnando al Ncd solo il 3% dei consensi. Sarà la magistratura a giudicare la questione del Cara di Minero sul piano penale, ma dal punto di vista politico dati i coinvolgimenti acclamati il minimo che dovrebbe fare Alfano sarebbe, con colpevole ritardo, quello di avere uno scatto di dignità e dimettersi ".

 REFERENDUM VENETO, TOSATO: CONTINUA BATTAGLIA PER LIBERTÀ

ROMA, 26 GIU - "La Corte Costituzionale boccia il referendum del Veneto sull' indipendenza e depotenzia quello sull'autonomia. Se pensano di aver chiuso la partita si sbagliano di grosso.
I Veneti continueranno a lottare per la propria libertà. L’arroganza dello stato non ci fermerà. La sovranità appartiene al popolo”. Così il senatore leghista Paolo Tosato dopo le sentenze della Corte Costituzionale che ha dichiarato l’illegittimità del referendum consultivo per l’indipendenza del Veneto e il via libera, solo
parziale, sulla consultazione relativa all’autonomia. “Lo Stato, con la sue tasse, sta distruggendo uno dei sistemi produttivi più all'avanguardia d'Europa: quello Veneto. Sta seminando solo disoccupazione e disperazione tra la nostra gente. Siamo stanchi di assistere, impotenti, ai suicidi di imprenditori e cittadini senza colpe. In Veneto non riuscire a superare le difficoltà è una sofferenza che induce a gesti estremi. E' la nostra cultura, è il senso di dignità che ci hanno insegnato i nostri Padri. Siamo stanchi di essere vittime di uno Stato ingordo e inefficiente. Vogliamo difenderci. Pretendiamo i referendum: sono un nostro diritto. Uno stato che ha paura della libera espressione democratica dei suoi cittadini è uno stato autoritario, fallito e che non merita rispetto. Noi non ci arrenderemo, la nostra battaglia politica per la libertà continua”.

IMMIGRAZIONE: TOSATO, MAMMA IMPICCATA A BOLOGNA È UNA VERGOGNA! STATO ABBANDONA E DISCRIMINA NS GENTE

Roma, 23 Giugno - "Il Governo dell'ospitalita' milionaria, corrotta e senza regole abbandona le famiglie italiane in difficolta'.
Ieri a Bologna una mamma italiana di due bambini si e' impiccata. Niente lavoro, utenze staccate e con la certezza di finire in mezzo ad una strada.
C'e' da vergognarsi di appartenere a uno Stato che discrimina e uccide la propria gente.
Che amarezza! Che rabbia! Che vergogna".

Lo dichiara Paolo Tosato, senatore della Lega Nord.

IMMIGRAZIONE: TOSATO AD ALFANO, 'ODIA GLI ITALIANI SE NE VADA'

ROMA, 8 GIUGNO - " Di insopportabile c'è solo l'odio del Governo verso gli Italiani disoccupati costretti a vivere in auto o in garage, mentre Renzi e Alfano pretendono di ospitare i clandestini in albergo a spese dei cittadini.
Le Regioni che hanno un Governo di Sinistra, se lo ritengono giusto, accolgano i clandestini. I loro cittadini giudicheranno.
Le Regioni amministrate dalla Lega hanno il dovere di occuparsi dei problemi dei loro cittadini. E' il nostro impegno preso con gli elettori.
Se Alfano non lo capisce peggio per lui. Faccia un favore a tutti e si dimetta".

Lo dichiara Paolo Tosato senatore della Lega Nord.

TUNISIA: BARDO; TOSATO, PINOTTI E ALFANO HANNO NEGATO PRESENZA TERRORISTI 48 ORE FA

 

ROMA, 20 MAGGIO - " Sono passate poco più di 48 ore dalle ultime dichiarazioni del ministro della difesa e di quello dell'interno che negavano la possibilità di infiltrazioni di terroristi sui barconi. Ma come è possibile che la difesa e gli interni, cioè gli organi di tutela della sicurezza nazionale, siano gestiti da due incompetenti che non sanno nemmeno quello che sta accadendo e che per altro è sotto gli occhi di tutti. Questa è la dimostrazione lampante del fallimento della politica di questo governo. La loro incapacità, il loro buonismo, la loro irresponsabilità stanno mettendo in pericolo la vita di tutti i cittadini".

Lo dichiara Paolo Tosato, senatore della Lega Nord. 

DEF: TOSATO, RENZI AUMENTA LE TASSE E AGGRAVA CRISI ECONOMICA

ROMA, 23 APR "Lo scorso anno il Def prevedeva un aumento del Pil pari all'1,7 %invece l'anno è terminato portandoci uno sconfortante - 0,4 peR cento. Quest'anno  ci promettono uno 0,7. Ma ormai non ci crede
nessuno. Renzi ha promesso che non avrebbe tagliato i servizi e non ci sarebbero state nuove tasse. Invece nel Def sono previste meno risorse per il trasporto pubblico locale e per la sanità. C'è poi la revisione
dei valori catastali degli immobili e la local tax. In sostanza si tratta di misure che di fatto faranno crescere la già insopportabile pressione fiscale attraverso l'aumento dei ticket sanitari e l'eliminazione delle esenzioni sui farmaci salvavita. La rivisitazione del catasto porterà altri aumenti sulla tassazione degli immobili".
Così Paolo Tosato in Aula durante la discussione del Def in Senato.
"La riduzione delle detrazioni fiscali inoltre- prosegue - per le imprese e famiglie provocherà ulteriori aumenti dell'Irpef. Altro che tesoretto. Così Renzi invece di combattere la crisi finirà per aggravarla"

IMMIGRAZIONE: TOSATO, RIPARTIZIONE REGIONI SIA SU CRITERIO ELETTORI PD

ROMA, 14 APR. - " Il Veneto è pieno. Noi, di clandestini, non ne vogliamo più. E sono certo che questa non sia solo l'opinione della Lega ma della grandissima maggioranza dei Veneti. Considerato però che il governo dell'invasione Renzi- Alfano se ne frega dei cittadini perbene e continua impunemente con l'assurda politica dell'accoglienza a tutti i costi lancio una provocazione: il criterio di ripartizione dei clandestini avvenga in proporzione agli elettori del Pd nelle varie regioni. E' una mera e semplice questione democratica, i votanti del Pd e del Ncd saranno sicuramente più disponibili ad accoglierli. In Veneto invece, con il governatore Luca Zaia e la Lega Nord  gli ostacoli all'invasione saranno tanti e molto duri".

Lo dichiara il senatore della Lega Nord Paolo Tosato.

OLIVIERO TOSCANI, OFFESE VENETI, LA LEGA: BENETTON UBRIACHI QUANDO GLI
AFFIDARONO PUBBLICITÀ?

ROMA, 2 FEB - “Oliviero Toscani si ricordi che deve la sua fama a una famiglia veneta, i Benetton che, a giudicare dai fatti, forse erano davvero ubriachi quando gli hanno affidato le proprie campagne pubblicitarie. Se personaggi come Oliviero Toscani rappresentano l’anima culturale della sinistra, si capisce bene perché la sinistra è morta”.

Così i parlamentari leghisti veneti (i deputati Matteo Bragantini, Filippo Busin, Roberto Caon, Marco Marcolin ed Emanuele Prataviera e i senatori Raffaela Bellot, Patrizia Bisinella, Emanuela Munerato, ErikaStefani, Paolo Tosato) dopo le parole pronunciate dal fotografo.

“Toscani ha fatto fortuna a Treviso e sputa nel piatto in cui ha mangiato. Tanto basta a qualificare il personaggio.  Non ci curiamo delle sue provocazioni, sono solo l’estremo tentativo di elemosinare
un titolo di giornale di un personaggio in cerca di autore, ma le offese non sono tollerabili. Si scusi con 5milioni di veneti e quando parla del nostro popolo si sciacqui la bocca”.

 

SENATORI

GIAN MARCO CENTINAIO

NEWS           VIDEO

STEFANO CANDIANI

NEWS        VIDEO

SERGIO DIVINA

NEWS       VIDEO

ERIKA STEFANI

NEWS       VIDEO

PAOLO ARRIGONI

NEWS       VIDEO

ROBERTO CALDEROLI

NEWS       VIDEO

NUNZIANTE CONSIGLIO

NEWS       VIDEO

SILVANA COMAROLI

NEWS       VIDEO

JONNY CROSIO

NEWS       VIDEO

GIACOMO STUCCHI

NEWS       VIDEO

PAOLO TOSATO

NEWS       VIDEO

RAFFAELE VOLPI

NEWS       VIDEO

Stampa Stampa | Mappa del sito
© GRUPPO LEGA NORD E AUTONOMIE PIAZZA MADAMA 1 00186 ROMA Partita IVA: